Castelli nel deserto

Nell’immensa area desertica che si estende nella parte orientale della Giordania, si possono incontrare numerose rovine di antiche fortezze, palazzi e caravanserragli che vengono raggruppate sotto il nome di “castelli del deserto”.

 

 

Ci sono molti interrogativi e teorie diverse sul perché dei palazzi, un tempo così sontuosi, fossero stati costruiti in un’area del paese così inospitale. I castelli del deserto furono costruiti tutti tra il 660 ed il 750 d.C. dagli Omayyadi all’inizio dell’islam ed erano originariamente riccamente decorati con mosaici ed affreschi (alcuni sono visibili ancora oggi). Secondo alcune ipotesi questi edifici erano utilizzati dai sovrani per sfuggire alle epidemie che dilagavano nelle città, oppure per mantenere e riaffermare il legame con i beduini. Non va inoltre dimenticato che i castelli potevano fungere da luogo di ristoro per i pellegrini che si dirigevano verso la Mecca, o per i mercanti che proseguivano con le carovane verso Damasco.

.